25 Novembre 2015 Cultura generale Eventi Luoghi di interesse Vita da studente

Condividi

All’inizio di novembre è stata presentata la nuova opera d’arte ospitata dalla nostra università. Con “Wet Paint” si è assistito al primo tentativo della Bocconi (e soprattutto di BAC) di aprirsi al mondo della urban art. L’opera di Arianna Vairo, che tutti hanno ormai visto sul muro in università, ha destato non pochi dubbi. Perché benchè la stessa BAC abbia annunciato che la rappresentazione “racconta un nuovo modo di interpretare l’esperienza universitaria, rappresentando sul muro il processo di metamorfosi e cambiamento di uno studente”, la domanda che tutti si fanno passando di lì è (in un dialetto o nell’altro) “ma che vor dì?”.

Ecco allora la mia personalissima interpretazione dell’opera.

Leggendola da sinistra verso destra troviamo:

20151125_140637

  • Delle foglie al vento, come il liceale che non sa cosa fare nella propria vita (dai questa era facile).

20151125_140639

  • Uno studente che si guarda attorno, il liceale (ecco la prima palla: chi studiava ala liceo?!) anche mentre si prepara alla maturità, cerca la sua strada.

20151125_140642

  • Le scale, perché la strada è in salita (sembrava difficile l’esame di maturità, ah l’ingenuità della giovinezza).

20151125_140645

  • Un ragazzo disteso dalla cui testa escono tante persone che vanno ognuno in una porta diversa. Ok, ammetto che prima di capire questa bisogna farsi un giro in colonne e far ampio uso della flora locale, ma mi fa pensare a un indeciso che ipotizza tante strade alternative, come le tante università e facoltà che si possono scegliere.

20151125_140659

  • Il campus (credo), pieno di persone che parlano, c’è chi studia, chi ha la testa al contrario in omaggio a “l’Esorcista”. Insomma, Piazza Sraffa.

20151125_140703

  • Una serie di porte e finestre, si aprono sempre più strade professionali davanti a noi e sicuramente una di quelle finestre porta all’Old Fashion.

20151125_140726

  • La figura che si contorce tra i libri non credo abbia bisogno di spiegazioni: tutti ci siamo sentiti così.

20151125_140735

  • “La conoscenza ti dà potere, mio giovane padawan” per citare Star Wars.

20151125_140738

  • In quest’ultima fase si vede come il viaggio di prima in colonne stia finendo i suoi effetti e si resta in fissa con le stelle.

Lascia un commento

Devi essere loggato per pubblicare un commento.